Connect with us

Netflix

Bandersnatch, il sito Tuckersoft ha più di una versione!

Pubblicato

il

Black Mirror Tuckersoft

Tuckersoft, la fittizia società di videogiochi presente in Black Mirror: Bandersnatch, ha un proprio sito Internet assolutamente reale.

Ennesimo prodotto della innovativa strategia di marketing di Netflix, il sito web è raggiungibile all’indirizzo tuckersoft.net.
In realtà, digitando l’indirizzo citato, compare una pagina con l’invito a tornare a visitare il sito in futuro. Ma digitando l’indirizzo di una pagina interna, è possible accedere al sito vero e proprio.

L’indirizzo web… col numero di telefono


L’indirizzo web che consente di accedere al sito è il seguente: https://www.tuckersoft.net/ealing20541/.
Nell’indirizzo, è contenuto il numero 20541. Questo numero, curiosamente, è anche il numero di telefono della terapeuta di Stefan! Il numero che, seguendo un determinato percorso narrativo, viene richiesto di digitare per consentire a Stefan di telefonare alla Dr. Haynes. Nel film ci viene suggerito attraverso una sequenza di scene tagliate.

I giochi coi riferimenti agli episodi di Black Mirror


Accedendo all’indirizzo sopra indicato, si entra nel sito Tuckersoft. Il sito è realizzato con una grafica retro, che richiama quella dei siti web di parecchi anni fa.
Nel sito, oltre a Bandersnatch, vengono presentati diversi altri videogames della Tuckersoft, ciascuno dei quali è un omaggio a precedenti episodi di Black Mirror.
Nohzdyve – il gioco che sta sviluppando Colin – fa riferimento all’episodio della terza stagione “Nosedive” (titolo italiano: Caduta Libera). Metl Hedd all’episodio della quarta stagione “Metalhead”.
E così via per gli altri giochi. White Bear fa riferimento all’episodio della seconda stagione “White Bear” (titolo italiano: Orso Bianco). Valdack’s Revenge all’episodio della quarta stagione “USS Callister”. Roachbusters all’episodio della terza stagione “Men Against Fire” (titolo italiano: Gli uomini e il fuoco). Rolling Road all’episodio della prima stagione “Fifteen Million Merits” (titolo italiano: 15 milioni di celebrità). Pig in a Poke all’episodio della prima stagione “The National Anthem” (titolo italiano: Messaggio al Primo Ministro). Terror on Rannoch B agli episodi “White Bear”/”Hated in the Nation”.
Nella pagine dedicate a Metl Hedd e Terror on Rannoch B sono poi presenti collegamenti a delle app che strizzano l’occhio, rispettivamente, agli episodi “Nosedive” e “Hang the DJ”.

Tante versioni del sito


Il sito della Tuckersoft ha diverse versioni, e in questo è in linea con la molteplicità di linee narrative possibili nel film.
Vi sono 3 versioni differenti del sito Tuckersoft: potete spostarvi da una versione all’altra semplicemente facendo click ripetutamente sul pulsante “history”. In ogni versione cambiano i videogiochi presenti e cambia la descrizione di quella che è stata la storia della società (descrizione che trovate nella pagina “history”).

Ecco i print-screen da pc con le tre differenti versioni.

1 – Ci sono tutti i videogames.
Black Mirror - Tuckersoft

2 – Manca il videogioco “Bandersnatch”, che non ha mai visto la luce.
Black Mirror - Tuckersoft

3 – Manca il videogioco “Nohzdyve”, che non è mai stato pubblicato.
Black Mirror - Tuckersoft

Si può giocare a Nohzdyve


Nelle versioni 1 e 2 del sito sopra indicate, è presente una specifica pagina per il videogame “Nohzdyve”. In questa pagina è possibile scaricare il videogioco, e giocarci! Proprio così, Netflix ha realizzato il gioco che stava sviluppando Colin. Attenzione, però: come segnala la stessa pagina del sito Tuckersoft, per poter giocare al minigioco è necessario scaricare dal web un emulatore di ZX Spectrum, l’home computer prodotto dal 1982 al 1986 dall’azienda inglese Sinclair. Tutto in perfetto stile anni ottanta.

La pubblicità d’epoca


Nella pagina “history” in alto compare un link ad una pubblicità per la ricerca di personale della Tuckersoft! Anch’essa realizzata con lo stile e la grafica dell’epoca, l’immagine pubblicitaria ci mostra in bella evidenza il capo della Tuckersoft, Mohan Tucker. Facendo click sull’immagine, si accede alla pagina di ricerca personale di Netflix!

Interviste

Opinioni

Lo sapevi che?

Top Selection

Trending

Blog amatoriale, scritto da Stefano Bellesi. Viene aggiornato senza una periodicità predefinita. Le immagini presenti sono riprodotte a soli fini di critica e di discussione e sono © dei rispettivi editori e/o autori aventi diritto.