Connect with us

Comics News

Hill House Comics: nuova linea horror DC a cura di Joe Hill

Pubblicato

il

Hill House Comics , linea horror DC

La DC lancia Hill House Comics, una nuova linea di fumetti horror a cura dello scrittore best-seller Joe Hill.
Hill partecipa in qualità di supervisore di tutte le collane e di autore in prima persona di alcune di esse.

La notizia, anticipata da Entertainment Weekly, è stata quindi divulgata dalla casa editrice americana attraverso il proprio sito ufficiale.

Joe Hill è romanziere e fumettista di successo.
Uno dei suoi romanzi, NOS4A2, è stato di recente adattato per una serie televisiva trasmessa negli Stati Uniti da AMC (in Italia disponibile su Amazon prime Video).
In ambito fumettistico, Hill è in particolare noto per essere l’autore della saga di Locke & Key. Pubblicata da IDW Publishing tra il 2008 e il 2013, la saga sarà presto oggetto di una serie tv realizzata da Netflix.

I primi cinque titoli DC di Hill House Comics saranno cinque limited series.

A seguire: titoli, autori, copertine dei numeri 1 e descrizione dei contenuti, sulla base di quanto riportato da EW e dal sito ufficiale DC.

Basketful of Heads

Scritto da Joe Hill, disegnato da Leomacs.
June Branch è una giovane donna che si ritrova intrappolata con quattro astuti criminali che hanno rapito il suo fidanzato. Ora deve lottare per la sua vita con l’aiuto di un’impossibile ascia vichinga dell’ottavo secolo. L’ascia è dotata di un potere soprannaturale: può passare attraverso il collo di un uomo in un sol colpo e lasciare la testa mozzata ancora cosciente e capace di parlare.
Ogni testa disincarnata ha una sua storia malvagia da raccontare, diversa dalle altre, e June finisce in ​​una disperata corsa contro il tempo per superare le loro menzogne ​​e manipolazioni e salvare l’uomo che ama prima che sia troppo tardi.
Nell’intervista a EW, Joe Hill ha definito questa serie come una sorta di “Rashomon in stile grindhouse.”

Hill House Comics DC

The Dollhouse Family

Scritto da Mike Carey, disegnato da Peter Gross.
Alice, nel giorno del suo sesto compleanno, ha ricevuto in dono una grande casa delle bambole, con tante bambole al suo interno.
Presto la giovane Alice impara che può entrare nella casa, per visitare un nuovo gruppo di amici, uscito da un commovente romanzo per bambini: la famiglia Dollhouse. Col passare degli anni, Alice si ritrova a visitare il loro mondo sempre più frequentemente, perdendo lentamente traccia di dove finisca la realtà e dove inizi la finzione. Ciò che è cominciato per gioco si conclude in una esplosione di follia e violenza.

Plunge

Scritto da Joe Hill (il disegnatore verrà annunciato in seguito).
Negli anni ’80, una nave da ricerca altamente avanzata scompare nei pressi del Circolo Polare Artico, per poi riapparire improvvisamente 40 anni dopo, con la trasmissione di un segnale di soccorso. Una squadra americana composta da esperti, scienziati e mercenari viene inviata per salvare la nave, mentre una tempesta invernale incombe.

Hill House Comics DC

Daphne Byrne

Scritto da Laura Marks, disegnato da Kelley Jones.
Nella New York di fine diciannovesimo secolo, una giovane ragazza scopre un’entità strana e insidiosa all’interno del suo corpo.

The Low, Low Woods

Scritto da Carmen Maria Machado, disegnato da Dani.
Una cittadina mineraria della Pennsylvania è afflitta da una misteriosa pestilenza che mangia i ricordi.

Da sottolineare che, in aggiunta alla storia principale, ogni albo di tutte le serie avrà due pagine di una storia back up, intitolata Sea Dogs e scritta da Joe Hill.
Sea Dogs è ambientata ai tempi della Rivoluzione Americana e narra di licantropi che terrorizzano un equipaggio di marinai in mare.

L’esordio della nuova linea di fumetti horror DC è previsto in America per il 30 ottobre 2019, con il numero 1 di Basketful of Heads.

Interviste

Lo sapevi che?

Top Selection

Netflix

Amazon Prime Video

Trending

Blog amatoriale, scritto da Stefano Bellesi. Viene aggiornato senza una periodicità predefinita. Non percepisce ricavi. Le immagini presenti sono riprodotte a soli fini di critica e di discussione e sono © dei rispettivi editori e/o autori aventi diritto.