Connect with us

Lo Sapevi Che?

Kennedy apparve vivo in un albo di Superman poco dopo la sua morte!

Published

on

kennedy morte

John F. Kennedy apparve ancora vivo e nel pieno del suo mandato presidenziale in un comic book di Superman uscito negli Stati Uniti pochi giorni dopo la sua morte.

L’albo in questione – Action Comics 309 – porta in copertina la data del febbraio 1964, in base alla pratica in uso ai tempi di post-datare di alcuni mesi i comics distribuiti in edicola.
In realtà l’albo fece la sua comparsa nelle edicole americane pochissimi giorni dopo i tragici eventi di Dallas del 22 novembre 1963, quando era ormai troppo tardi perché la Dc Comics potesse impedirne la distribuzione.

Nella storia narrata in Action Comics 309, Superman e il suo alter ego Clark Kent devono presenziare contemporaneamente, assieme ad altri personaggi del cosmo Dc, ad uno show televisivo dove l’ospite d’onore è proprio Superman.

La situazione è delicata, in quanto l’Uomo d’Acciaio non può chiedere a Batman (che conosce la sua identità segreta) di impersonare Clark Kent, poiché anche Batman è presente allo show; né può avvalersi di un robot sostitutivo con le sembianze di Clark Kent, perché l’intrepida giornalista Lois Lane (sempre sospettosa e desiderosa di provare che Superman e Clark Kent sono in realtà la stessa persona) ha con sé uno speciale detector in grado di individuare la presenza di robot.
Superman si rivolge allora al Presidente Kennedy, rivelandogli la sua identità segreta e chiedendogli, opportunamente mascherato, di impersonare Clark Kent. Il che puntualmente avviene.

Nel finale dell’episodio, Superman ringrazia Kennedy: “Sapevo che non avrei rischiato la mia identità segreta rivelandogliela. Dopotutto, se non posso fidarmi del Presidente degli Stati Uniti, di chi posso fidarmi?”
kennedy in action comics 309

Interviste

Opinioni

Lo sapevi che?

Top Selection

Trending

Sito amatoriale, aggiornato senza una periodicità predefinita. Non persegue finalità di lucro e non percepisce ricavi. Le immagini ivi presenti sono riprodotte a soli fini di critica e di discussione e sono © dei rispettivi editori e/o autori aventi diritto.