Connect with us

Opinioni

Uno dei film più brutti che trovate su Netflix

Published

on

romina film

Si intitola “Romina”, lo trovate su Netflix nella categoria dei film horror.

Non ne parleremo a lungo, un po’ perché siamo fondamentalmente pigri, un po’ perché il film lascia il tempo che trova. E, a essere onesti, ne trova davvero poco.

Tanto per partire col piede giusto, le vicende si svolgono in un luogo che si chiama Crystal Lake, ed è subito un clamoroso autogol. Se ci si azzarda a proporre un’ambientazione che richiama la saga di Venerdì 13, uno dei capisaldi della cinematografia horror, bisogna essere certi di avere mezzi, sceneggiatori, cast, effetti speciali, ecc. all’altezza della situazione. Altrimenti si rischia di precipitare in una sorta di imbarazzante confronto. Il che è esattamente quello che accade. Con sommo gaudio dello spettatore, che già si aspettava di vedere apparire Jason da dietro un albero, e invece vede sempre e solo la pianta.

La trama non ve la diciamo. Non per evitare spoiler, ma perché non esiste, e se esiste, lo fa con molta fatica. C’è un capo, c’è una fine (e non necessariamente in questo ordine), ma c’è davvero poco nel mezzo.

Teoricamente, sarebbe un film splatter. I cadaveri ammazzati e mutilati nei modi più truci in effetti non mancano. E non manca l’inizio della scena, il momento in cui la devastante azione omicida sta per compiersi. Il guaio è che manca il “come”: si vede chi sta per essere ucciso, e poi si vede il morto, ma manca la scena – sempre cruciale nei film horror – in cui avviene il macabro misfatto.

Dei personaggi del film, salviamo l’attrice principale. Non perché recita bene. Il motivo è un altro. La salviamo perché è carina e quindi non ce la sentiamo di infierire. Perlomeno così appare nella locandina promozionale (locandina che a ben guardare è l’unica cosa bella del film) e nelle foto che di lei abbiamo trovato su Google Immagini, mentre nel film, dove risente dell’atmosfera generale, è molto più “spenta”.
Sappiamo che questa è una motivazione davvero debole a fini critici. Perdonateci.

Il film è vietato ai minori di anni 18. Quindi se avete meno di 18 anni, non guardatelo. Se invece ne avete di più, e avete voglia di poter contestare questa miserabile parvenza di recensione, allora il film è lì, pronto ad essere colto in tutta la sua magnificenza.

Opinioni

Lo sapevi che?

Top Selection

Trending

Sito amatoriale, aggiornato senza una periodicità predefinita. Non persegue finalità di lucro e non percepisce ricavi. Le immagini ivi presenti sono riprodotte a soli fini di critica e di discussione e sono © dei rispettivi editori e/o autori aventi diritto.