Connect with us

Interviste

ALAN FORD – Intervista a Raffaella Secchi

Published

on

alan ford - intervista a raffaella secchi
ALAN FORD - copyright 2018 by Max Bunker

ALAN FORD – copyright 2018 by Max Bunker

raffaella secchi

Raffaella Secchi

Diamo con estremo piacere il benvenuto a Raffaella Secchi nel nostro spazio interviste.
Raffaella (figlia di Luciano Secchi, in arte Max Bunker) è la titolare della 1000 Volte Meglio Publishing, la casa editrice milanese che attualmente pubblica Alan Ford e gli altri personaggi nati dal genio innovatore e multiforme di Bunker.

Ciao Stefano.

Cominciamo con una domanda che apparirà scontata per chi segue abitualmente la casa editrice, ma che è necessaria per chi ancora non la conosce (o non la conosce a sufficienza): quali pubblicazioni edita al momento la 1000 Volte Meglio Publishing? L’elenco, in sintesi, delle testate che vengono pubblicate mensilmente o con periodicità diversa.

La 1000VolteMeglio Publishing edita in edicola Alan Ford Original e Alan Ford tutto a colori. Abbiamo una buona produzione di stampa in digitale che vendiamo tramite il nostro e-commerce e le fumetterie che ne fanno richiesta. Di queste pubblicazioni digitali abbiamo: Le Storie del Numero 1; I Grandi Anniversari; Dennis Cobb e tante cosette che andremo a pubblicare l’anno prossimo.

Come sta andando, a livello commerciale, la riedizione con l’aggiunta del colore delle prime leggendarie storie di Alan Ford?

Per il formato di Alan Ford è molto difficile farsi vedere in edicola, comunque avevamo detto all’inizio che saremmo arrivati al n. 75 e ci arriveremo.

Come sta andando, nel suo complesso, la casa editrice? Sei soddisfatta dei risultati conseguiti finora?

Non posso lamentarmi. Il periodo non è fantastico per i fumetti e per tutta l’editoria in generale, quindi non posso lamentarmi.

Quali sono le novità editoriali che la tua casa editrice proporrà nel futuro a breve termine (in quello lungo, diceva un economista famoso, siamo tutti morti, e quindi – aggiungo io -è inutile parlarne)?

Nel breve periodo c’è il 50° di Alan Ford e siamo tutti impegnati in questo. Al di là quindi di quello che riguarda Alan Ford Original, ci sarà qualcosa di nuovo sia in edicola che in digitale.

Kriminal e Satanik, sono, assieme ad Alan Ford, i grandi successi di Max Bunker, i fumetti che hanno cambiato tutto nel campo dell’editoria a fumetti italiana.
A mio avviso, si tratta di personaggi che sarebbero perfetti, date le loro caratteristiche, anche oggi, nel mondo cupo in cui viviamo. Vedremo mai nuove serie dedicate a Kriminal e  Satanik? Sappiamo del recente tentativo poi abortito della Mondadori di rilanciare Kriminal. Per quanto è di tua conoscenza, esistono altri piani per una riproposizione in chiave moderna, con storie nuove di zecca, di Kriminal e Satanik, anche da parte di altri editori, la tua casa editrice in primis ovviamente?

Dopo il flop abbastanza clamoroso di Mondadori per il rilancio di Kriminal, non penso ci siano altre case editrici che vogliano cimentarsi in una impresa simile. Non è facile fare i fumetti e non è per niente facile farli bene. Io penso che sia Kriminal che Satanik siano personaggi attualissimi, ma i remake sono sempre molto rischiosi.

La 1000 Volte Meglio Publishing è attualmente focalizzata sulla pubblicazione delle creazioni di Max Bunker. In prospettiva, esistono possibilità che la casa editrice ampli il proprio spettro d’azione arrivando a pubblicare personaggi diversi da quelli di Bunker, siano essi fumetti di altri autori italiani oppure fumetti internazionali importati su licenza?

Mai dire mai. Comunque, come ho già detto, l’editoria soffre molto in questo periodo. La distribuzione in edicola è sempre più difficile, l’online ha avuto un picco, ma si è ridimensionato molto, quindi bisogna essere molto attenti a costi e ricavi.

Il prossimo anno, nel campo del fumetto, non sarà un anno qualunque. Si festeggia infatti il 50° anniversario della nascita di Alan Ford. A livello editoriale, come celebrerete questo evento? Puoi fornirci qualche anticipazione?

Non vorrei spoilerare troppo.  Inizieremo i festeggiamenti a Cartoomics l’8-9-10 marzo 2019. Ci sarà Max Bunker, ci saranno edizioni speciali e gadget che venderemo solo durante la manifestazione e continueremo con una mostra al Wow Spazio Fumetto. A gennaio 2019 inizieremo a pubblicizzare le novità.

Ci sono piani per una trasposizione in chiave cinematografica di Alan Ford o degli altri personaggi di Bunker? E come serie animate?

Negli anni sono state molte le richieste di diritti cinematografici per una trasposizione di Alan Ford sia dall’Italia sia dall’estero, ma nessun progetto ha ma entusiasmato Max Bunker. Non è facile fare un film con personaggi in carne ed ossa mantenendo l’identità e l’ironia dei fumetti di Alan Ford. Per quanto riguarda l’animazione, c’è qualcosa nell’aria. Non penso si realizzerà entro il 2019, ma non assicuro nulla.

La tua attività di editore di Alan Ford e dei personaggi di Max Bunker si accompagna, in campo editoriale, alla gestione della rivista online 1000 Volte Meglio (www.1000voltemeglio.it). Vuoi parlarci di questa tua iniziativa “parallela”?

Sono sempre stata appassionata di computer e tutto quello che ci gira attorno. Ho fatto qualche corso di web design e cose simili e avevo sempre pensato di fare una rivista online. All’inizio non è stato facile reperire le notizie: quando contattavo gli uffici stampa dicendo che dirigevo una rivista online non mi davano molto credito. Poi pian piano la situazione è cambiata e ora siamo sommersi da riviste e blog online. Riesco a gestire abbastanza bene anche la rivista, anche se so che potrei fare meglio.

Da lettrice, non da editore, esiste un tuo preferito tra i personaggi di Alan Ford? E tra quelli di Bunker in generale?

Il personaggio di Alan Ford che preferisco è il Numero 1, diciamo che per me è come uno di famiglia. E tra i personaggi Satanik senz’altro è la mia preferita. Lo è stata da sempre. Appena ho avuto il permesso di leggere i fumetti di Satanik li ho letti e riletti più volte.

Sempre da lettrice, oltre alle creazioni di Max Bunker, esistono altri personaggi a fumetti di cui sei (o sei stata) appassionata?

Da lettrice anche da ragazzina ho sempre amato i super eroi Marvel, ma anche DC comics: I fantastici 4, Dottor Strange, Iron Man e poi gli Avengers, Batman. Li ho anche tradotti per un certo periodo ed era una cosa che mi piaceva moltissimo fare.

Ancora da lettrice, preferisci la versione old-style del fumetto, quella dove erano tutti straccioni e morti di fame, oppure la nuova, con Minuette?

Ho fatto fatica ad amare la nuova versione del gruppo TNT, come tanti lettori, ma senz’altro ora preferisco le nuove storie con Minuette.

Le tue, personali 11 storie preferite di Alan Ford di sempre (perché chiederne una o dieci sarebbe troppo banale, quindi facciamo 11, come i giocatori di una squadra di calcio)?

Solo 11? Sto preparando la cronologia completa di Alan Ford da pubblicare nel numero speciale e sceglierne solo 11 su quasi 600 è veramente difficile. Posso dirti che mi sono sempre piaciute le storie con Superciuk, ho una vera passione le rivisitazioni dei classici fatte nei teatri con Tobia Quantrill, e quelle con streghe e vampiri…

C’è qualcosa che non ti ho chiesto (sicuramente c’è!) e che invece vorresti dire a chi leggerà questa intervista?

Teniamo le altre domande per la prossima intervista, noh?

Grazie a Raffaella Secchi per la cortesia con cui ha risposto alle domande e, naturalmente, un grosso “in bocca al lupo” per la casa editrice!

Intervista a cura di Stefano Bellesi.

Continue Reading

Interviste

Opinioni

Lo sapevi che?

Top Selection

Trending

Sito amatoriale, aggiornato senza una periodicità predefinita. Non persegue finalità di lucro e non percepisce ricavi. Le immagini ivi presenti sono riprodotte a soli fini di critica e di discussione e sono © dei rispettivi editori e/o autori aventi diritto.