Connect with us

Netflix

Stranger Things: la Costante di Planck nel 1985 era un’altra

Pubblicato

il

Stranger Things Costante Planck

In Stranger Things 3, al termine di una delle scene più belle dell’intera stagione, Suzie rivela a Dustin il valore della costante di Planck.

Ora, non sappiamo quanti spettatori conoscano il significato di “costante di Planck”. Colui che verga queste umili righe è tra coloro che non lo conoscono, e lo ammette senza pudore.

C’è però invece chi, quando si parla di costante di Planck, sa esattamente di cosa si tratta.
Sono gli scienziati del “National Institute of Standards and Technology”, ente facente parte del governo degli Stati Uniti.

I quali scienziati hanno rilevato un “errore” proprio in merito al valore della costante di Planck indicato in Stranger Things 3.

Nel 1985, anno in cui si svolge la terza stagione di Stranger Things, il valore riconosciuto della costante di Planck – osservano gli scienziati del “National Institute of Standards and Technology” – non era quello riportato nella serie tv.

Il valore riferito da Suzie è stato utilizzato come costante di Planck solo a partire dal 2014. Nel 1985 era invece ancora in vigore un altro numero. Non solo: a partire dal 2018, anche il valore del 2014 non è più corretto, in quanto sostituito da un altro numero ancora.

Riassumendo:

Costante di Planck nel 1985: 6,626176.
Dal 2014: 6,62607004 (il numero citato in Stranger Things).
Dal 2018: 6,62607015.

In realtà, la costante di Planck è per sua natura sempre la stessa, ma negli anni sono cambiate e migliorate le modalità per misurarla, consentendo di ottenere valori sempre più precisi.

Ecco il post su Twitter pubblicato dal “National Institute of Standards and Technology”, che simpaticamente si chiede se i personaggi di Stranger Things, nel citare un valore noto solo a partire dal 2014, fossero in anticipo sui tempi.

Stranger Things e la Costante di Planck

“Molti di noi hanno visto la terza stagione e siamo lieti che venga usata la costante di Planck come elemento della trama. Abbiamo ascoltato il valore utilizzato nello show e ci siamo resi conto che era in realtà il valore consigliato per il 2014, non quello che sarebbe stato disponibile nel 1985,” ha dichiarato un rappresentante del National Institute of Standards and Technology a Yahoo Lifestyle.

La notizia è stata ripresa anche da altri media americani, tra cui la CNN, che ha titolato: “Scienziati notano un errore nella nuova stagione di Stranger Things.”

Questo piccolo errore è un fatto curioso, e in quanto tale è interessante segnalarlo.
Naturalmente, non inficia in alcun modo la sostanza e la sublime bellezza di quella che è una delle scene più memorabili della terza stagione di Stranger Things.

Interviste

Lo sapevi che?

Top Selection

Netflix

Amazon Prime Video

Trending

Blog amatoriale, scritto da Stefano Bellesi. Viene aggiornato senza una periodicità predefinita. Non percepisce ricavi. Le immagini presenti sono riprodotte a soli fini di critica e di discussione e sono © dei rispettivi editori e/o autori aventi diritto.